venerdì 28 settembre 2018

September birthdays

Settembre a casa nostra è il mese in cui si festeggiano più compleanni... ben 3!
E quest'anno, sulla scia di quelle meraviglie che vedo sempre su Instagram, create dai migliori Cake Designer di Europa e non solo, mi sono voluta cimentare in quella che per me era, già dalla partenza, una impresa impossibile...
 Insomma ci ho provato!
Sono partita il giorno prima con la preparazione dei dischi, alcuni alla vaniglia e altri al cioccolato.
e anche di qualche cup cakes, che non guasta mai...
 Poi il giorno della festa le ho compattate, impilandole.
Per intervallare i dischi alla vaniglia ho usato panna e fragole.
Per quelli al cioccolato, panna e Nutella.
delle bombe caloriche!
E per la copertura ho usato l'icing, comprato in UK questa estate, a base di burro e zucchero vanigliato. Ovviamente il tutto condito con tanto (ma tanto) colorante alimentare!!! ^_^
E queste sono le torte appena terminate sul tavolo della mia cucina.
Totalmente irregolari e piene di imperfezioni, ma per quel che mi riguarda, mi hanno dato grandi soddisfazioni!
Prima di tutto è stato bello sperimentare...
e poi credo che, essendo il mio primo esperimento, si possa dire che siano state un gran successone!
 Festa coloratissima, ovviamente!
E al centro tavola facevano da padrone le mie due torte! ^_^
che mi sono costate ore e ore di lavoro...
 vabbè, le foto parlano da sè!
 Comunque alla fine è andato tutto bene!
Ragazze contentissime e amiche anche.
E' stato davvero un bel pomeriggio, all'insegna del gioco e della condivisione, in un bel posto all'aria aperta che ha permesso a tutti di rilassarsi in mezzo alla natura.
Pochi strati di torta avanzati (le amiche hanno avuto il coraggio di portarsi a casa anche la ''schiscetta'', dopo la pizza delle 9 di sera!) che ci siamo finiti, in tranquillità, il giorno dopo.
Giornata campale ma a suo modo divertente!
Da ripetersi, per fortuna, non prima di un anno!!! ^_^

Ora vi saluto, augurandomi di essere stata fonte d'ispirazione, 
un grosso abbraccio a tutti, 
Cristiana

giovedì 14 giugno 2018

Pazzi per le Granny Square!!!

Terminato, finalmente, dopo quasi un anno di lavoro a intermittenza!
Iniziato, poi lasciato, poi ripreso in mano, poi lasciato nuovamente... insomma un prendere/lasciare continuo... un iniziare ogni singola mattonella non vedendo l'ora di terminarla.
Un lungo, lunghissimo lavoro a cui sono riuscita a dedicare ben poco tempo, soprattutto nelle ore serali, quando la stanchezza si fa sentire e gli occhi sono affaticati...
ma alla fine ce l'ho fatta!
e con orgoglio pubblico le foto di questo mio piccolo capolavoro!
Devo dire che quando sono partita non avevo bene idea di come comporre le mie granny. Mi sono aiutata con la sagoma di un golfino che già avevo e di cui ho preso le forme. Ma poi mi sono accorta che unire le mattonelle in obliquo non mi piaceva. E allora, in corsa, ho cambiato progetto.
Tutte orizzontali una vicina all'altra. Tutte bianche intervallate da qualcuna a colori. 
Le maniche, invece, ho deciso di farle colorate e di bordare l'intero lavoro con diversi colori lavorati a maglia bassa. Il modello delle Granny è quello che uso di solito: lo 'Starbust Granny Square' e se volete sapere come si fa basta seguire questo semplicissimo video corso su YouTUBE:
 Il risultato finale è questo!
Mi spiace solo che, essendo di lana, dovrò aspettare l'arrivo dell'autunno per poterlo indossare.^_^
E questa sono io! Bianchissima a metà estate con una voglia matta di mare e di sole!
Spero solo di non sembrare una gelataia, tutta in bianco!!!
Ed ora vi saluto. Ma prima un grande ringraziamento alle mie splendide ragazze, Ludovica e Camilla, rispettivamente parrucchiera e fotografa di questi mie scatti! ^-^
Mi sarebbe servita anche la truccatrice... ma di figlie femmine non ne ho altre e il piccolino, dal basso dei suoi 7 anni, avrebbe fatto solo pasticci con i miei trucchi!!!
Baci a tutti,
alla prossima, 
con affetto,
Cristiana

giovedì 29 marzo 2018

Happy Easter to everyone...

Quest'anno, per Pasqua, avevo davvero poco tempo per realizzare qualcosa di handmade da regalare a nonne, mamme e zie... 
così ho pensato a qualcosa di veloce, che fosse utile e carino allo stesso tempo.
Mi è venuta l'idea di utilizzare qualcosa che la mia mamma ama tantissimo: la lavanda.
E con questo ingrediente principale ho realizzato, con la pasta di ceramica e gli stampi da cioccolatini, tanti piccoli profumatori per cassetti. A forma di cuore, di dado e di cucchiaino. Quest'ultimo è stato utilizzato per chiudere i pacchetti.
Questo è un lavoretto veramente veloce. Dieci minuti per preparare l'impasto e mezz'oretta di asciugatura. Poi sono pronti per essere utilizzati.
 Per non fare tutto uguale, inoltre, ho preparato anche dei sacchettini con tulle e fiori di lavanda.
 Poi sono passata a confezionare i vasetti: prima un pò di lavanda sul fondo, poi i cuori e i dadi di ceramica e infine i sacchettini.
 E questo è il risultato finale.
Ovviamente le targhette le ho create al computer.
 Ed ora, sperando di aver dato un buon suggerimento,
auguro a tutti una felice Pasqua.
Con affetto, Cristiana

lunedì 12 marzo 2018

Da oltreoceano... l'Acchiappasogni

 Quello dell'acchiappasogni è stato un lavoretto lungo, iniziato lo scorso anno durante le vacanze estive, quando, avendo parecchio tempo a disposizione, mi sono messa a gironzolare in rete e sono rimasta affascinata dai lavori delle blogger oltreoceano.
Spettacolari acchiappasogni, di tanti colori e forme differenti.
Così ho voluto cimentarmi nella mia personale versione del 'dreamcatcher', che ricordavo di aver visto nelle bancarelle da bambina ma che è tornato prepotentemente di moda (soprattutto, per l'appunto, oltreoceano).
Senza sapere dove sarei arrivata sono partita acquistando i cerchi (da ricamo) e le lane in tinta con la mia taverna. Tutto panna e rosa. Poi, mentre preparavo i centrini, mi è venuta l'idea dei pon-pon e del filo modellabile per fare la scritta. 
Alcuni cerchi li ho rivestiti, altri no, per lasciare una differenza di colore.
E poi, ovviamente, ho iniziato ad assemblarli, disponendoli su un tavolo e tentando di dargli un senso.
 La parte finale, una volta realizzata la struttura, era quella di aggiungere i nastri. Ho scelto dei colori che si abbinassero, utilizzando raso, lana e pizzo. Le piume, sinceramente no... non mi facevano impazzire. Al loro posto ho inserito delle palline di legno. Per legare i centrini ai cerchi ho utilizzato la stessa lana con cui li avevo creati (ovviamente prendendo metà dei fili).
E questo è il risultato finale... che nella mia taverna sta benissimo!
Sperando, anche oggi, di essere stata fonte d'ispirazione,
saluto tutti con un grosso abbraccio,
Cristiana