lunedì 8 aprile 2013

Diy: a bag holder for a friend...

ciao a tutti...
oggi il mio post è dedicato ad un regalo fatto ad un'amica...
qualche settimana fa siamo stati invitati a cena a casa sua e mentre lei e il marito cucinavano, noi gironzolavamo per la cucina... ed è lì che la mia amica, cercando un sacchetto, ha infilato la mano in un vecchio Bag Holder appeso al calorifero... poi mi ha guardato e mi ha detto... "devo proprio decidermi a cambiarlo, ormai è tutto rotto...".
E così ho pensato di confezionarle questo e di spiegare a voi come l'ho fatto...


Prima di tutto vorrei spiegarvi cosa significa la parola Diy (guardate il titolo e la prima immagine!), anche perchè forse non tutti lo sanno. E' l'abbreviazione di DO IT YOURSELF e tradotto in italiano significa "fattelo da te". Questa parola nata e diffusa nella cultura Punk, propugnava il rifiuto delle grandi etichette musicali, a favore dell'autoproduzione dei propri dischi; nel corso del tempo, però, questa espressione si è diffusa abbracciando sempre più aspetti della vita quotidiana. Così oggi la potete leggere anche nei blog, poichè viene comunemenete usata nel linguaggio scritto. E nel mio caso Diy significa proprio fatelo da voi! Questo è una specie di tutorial per mostrarvi come si fa... magari qualcuno di voi avrà voglia di provare a cimentarcisi...

Occorrente:

Ed ecco i vari passaggi:
la prima cosa da fare è ovviamente quella di scegliere le stoffe (io ho scelto questi colori perchè secondo me potevano stare bene nella sua cucina... e anche nella mia, visto che intanto che lo facevo per lei l'ho confezionato anche per me!!!!) e di ritagliare le varie parti. 3 rettangoli di diverse altezze (ma uguali larghezze!) e i due cuoricini che avrei utilizzato per il decoro (ricordatevi sempre di passare il biadesivo (prodotto americano di cui vi ho già parlato!) sulla stoffa da utilizzare per il decoro, prima di tagliarla... altrimenti la stoffa, una volta cucita, tenderà a sfilacciarsi...).

 Poi bisogna unire le tre parti tra di loro, cucendole sul rovescio per il senso della larghezza.
A quel punto ho applicato con il ferro da stiro i due cuoricini e li ho cuciti a macchina.

Poi sono passata alle cuciture delle bordure (sia sopra che sotto).
Come si vede dall'immagine ho ripiegato la stoffa verso l'interno lasciando un bel margine e sono passata 2 volte con la macchina da cucire per creare uno spazio all'interno del quale, successivamente, avrei inserito l'elastico.
Inoltre, avendo due cuciture, una volta che la stoffa sarà arricciata dall'elastico, si creerà una specie di volant sulla parte finale.

Quando ho proceduto a cucire la parte in alto, ho inserito un pezzo di nastrino nelle cuciture (sempre verso il retro della stoffa) lasciando la parte ripiegata verso l'esterno. Se guardate le immagini iniziali noterete un cappio che permette alla borsa di essere appesa... ecco quel cappio è questo nastrino!


Poi ho scritto con la penna ad acqua (cioè quella che si cancella con l'acqua... reperibile nei colorifici!) il nome della mia amica, per avere una traccia da seguire durante il ricamo.



Ricamo che io faccio a mano libera con il filo Moulinè. Non uso macchine da cucire perchè, comunque, ricamare mi piace e riesco meglio a seguire la scritta sulla stoffa.
Poi, va bè... ognuno può usare la tecnica che più gli piace e con cui si trova meglio...
Una volta completato il ricamo, si può procedere a inumidire la stoffa, così da far sparire le scritte azzurre...


Poi ho cucito lungo le linee di intersezione delle varie stoffe lo stesso nastrino che ho utilizzato per fare il cappio. Mi sembrava che rifinisse meglio il lavoro!


A quel punto non mi è rimasto che piegare la stoffa, dritto su dritto e cucire insieme i lati verticali. L'intero lavoro assomigliava ad un salsicciotto.
Ho passato l'elastico nell'intercapedine creata e l'ho cucito in modo da arricciare la stoffa. Badate bene, però, di provarne l'elasticità perchè in mezzo dovrà passare la vostra mano (nonchè il sacchetto piegato!)
Capovolgete... riempiete di sacchetti... e il gioco è fatto!

Spero che il mio post vi sia stato utile...
alla prossima,
bacioni